Come Attrezzare un Canotto per la Pesca

28. Settembre 2020 Fai da Te 0

Esistono diversi modi di pescare, quindi differenti modalità di pesca, quella sulla riva del fiume, oppure direttamente in mare a bordo di un gommone opportunamente attrezzato. In questa guida prenderemo in considerazione la pesca in mare, di conseguenza vedremo qualche consiglio su come attrezzare un canotto in vista di una pescata di questo tipo.

Prima però di addentrarci nella guida vera e propria, diamo un rapido sguardo per capire quali sono le caratteristiche che rendono un canotto un attrezzo davvero utile per tutti gli amanti della pesca in mare. Cominciamo con il dire che il canotto è divenuto il mezzo ideale, anche per la pesca subacquea, a partire dagli anni 60. I primi erano realizzati con il classico pagliolato in PVC, poi con l’andare degli anni è subentrato l’uso sia del legno che della vetroresina. Sono poi disponibili sul mercato anche gommoni gonfiabili, come spiegato in questa guida di Luca Blasi, ma sono meno adatti per la pesca. A differenza delle comuni barche, il canotto è in grado di fornire a tutti coloro che lo utilizzano per la pesca, un’alta stabilità di navigazione, un peso molto ridotto, semplicità di uso, e per ultimo ma non certo meno importante un’alta comodità.

Risulta essere giunto ora il momento di trovare una sistemazione anche per un piccolo frigo il quale avrà il compito di contenere tutto il pesce pescato e mantenerlo così al fresco durante la battuta di pesca. In genere il posto ideale potrebbe essere quello tra il gavone a prua e la consolle di guida. Nel caso il nostro tipo di pesca fosse subacqueo, il rimanente dell’attrezzatura, come le pinne, le cinture con i pesi ecc. Potrebbero invece prendere posto direttamente sotto il gavone di seduta. Se invece il tipo di pesca che effettuate è con le canne, potreste sistemare queste ultime direttamente all’interno di una cesta posizionata a sua volta a fianco della consolle di guida. Tutti questi consigli sono indicativi e fanno presumere che il canotto in questione sia con la carena in vetroresina, se invece possedete un semplice canotto in PVC e i gavoni di contenimento non sono previsti, in questo caso potrete pensare di inserire tutta l’attrezzatura all’interno di ceste cercando di sistemarle, in modo che durante la battuta di pesca non vi siano d’intralcio.

In fase di allestimento, la cosa da tenere sempre presente è quella di equilibrare i pesi nella maniera giusta, in modo da non compromettere la navigazione. Supponiamo che nel nostro canotto sia sistemato un gavone centrale, all’interno di quest’ultimo possiamo pensare di collocarci tutta quell’attrezzatura che non è indispensabile durante la fase di pesca, e che nello stesso tempo deve rimanere completamente all’asciutto come ad esempio il serbatoio del carburante, l’olio per la miscelazione, i giubbotti salvagente, tutte le dotazioni di bordo. Se fosse presente un vano all’interno della consolle di guida, essendo un comparto stagno, potremmo pensare di utilizzarlo per riporvi telefoni cellulari, ed altri piccoli oggetti. A prua potrebbe esservi situato un gavone, in genere abbastanza ampio ed ermetico, adatto per contenere vestiario di ricambio, asciugamani, borsa frigo per eventuali alimenti e acqua potabile.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *